Visualizzazione di 11 risultati

Vini Al-Cantàra

La cantina Al-Cantàra si trova tra il nord dell’Etna e il sud dei Nebrodi, in una vallata mozzafiato.
Il nome dell’azienda, Al-Cantàra, che deriva da un’antica parola greca che significa “ponte”, manda il messaggio di unione, in maniera simbolica, tra il vino, l’arte e la poesia.
Vicino la tenuta, si vede il fiume Alcantàra che scorre vicino al paese di Randazzo, luogo in cui ha sede l’azienda.
L’azienda fu acquistata dall’attuale proprietario Pucci Giuffrida, il quale si innamorò di questo luogo meraviglioso, consapevole del fatto che un territorio così unico avrebbe dato ai suoi vini un importantissimo valore aggiunto. In origine, quando fu acquistata, era presente un vigneto antico di circa 60 anni, un uliveto e 12 ettari di noccioleto. Espiantando il noccioleto, sono stati successivamente piantate vigne autoctone dell’Etna come il Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio e Carricante. In seguito sono state ampliate le loro varietà di vini introducendo Pinot Nero, Grecanico e Cabernet Sauvignon.
La particolarità che colpisce di questa famosa cantina siciliana è che su ogni bottiglia è scritta una poesia. Alla domanda sul perché tale scelta il signor Pucci, appassionato da sempre di arte e poesia, risponde che tale decisione è stata presa per dare un’identità culturale all’azienda, in quanto il vino è poesia, arte e cultura e se, dunque, si riesce a portare in alto lo slogan aziendale “Poesie da bere” facendo bere prima la letteratura e poi il vino, allora il lavoro è stato fatto bene. I vini prevalentemente realizzati sono DOC, come l’Etna rosso, Etna rosato ed Etna bianco, ma in particolare viene realizzato anche qualche IGP del territorio, come un bianco di Catarratto, 3 IGP rossi di cui un Nerello Cappuccio con affinamento in barriques e un Pinot Nero e un Cabernet Sauvignon. Nella tenuta della cantina Al-cantàra è stato realizzato dal proprietario un piccolo museo nel quale sono raccolte moltissime opere d’arte realizzate da numerosissimi artisti italiani con vecchi utensili in disuso, bottiglie di vino con etichette uniche e tappi, per un totale di 400 opere.
La caratteristica che più ci piace di questa cantina è che nonostante la giovane età è riuscita a farsi distinguere in un territorio ricco di vini e cantine come la Sicilia. Tra i suoi vini più apprezzati spunta O’ Scuro O’Scuro, riconosciuto tra i migliori vini Italiani, che è riuscito ad ottenere i massimi punteggi da tutte le guide di vini.
Che altro dire, godetevi questi fantastici vini e mi raccomando, provali tutti!